Blog: http://BlablablaaMentelibera.ilcannocchiale.it

I pessimi mezzi danneggiano gli ottimi fini


I pessimi mezzi - come si è mossa in modo ingenuo e imprudente la Boschi durante la crisi delle banche causata dai mancati controlli dei controllori e da una crisi non affrontata da Berlusconi (i ristoranti sono pieni!) prima, e male da Monti dopo (con l'austerità invece che con gli investimenti) - guastano l'ottimo fine di Boschi e del governo che è stato quello di salvare le banche e con esse i risparmi nonché le piccole speculazioni degli obbligazionisti avventati. Fine poi non raggiunto perché banchieri senza scrupoli avevano già fatto troppi danni.

Poi certo, per fare campagna elettorale c'è chi tenta di addossare alla Boschi i mali di banche gestite da cani da molti anni prima che Renzi e Boschi e co governassero. Un po' per ottenere voti, un po' per nascondere le vere responsabilità. Parallelamente sempre per fini elettorali/politici, Boschi ha mentito in Parlamento facendo un danno maggiore che se avesse detto una scomoda verità: un ministro DEVE interessarsi delle banche, anche di quelle del proprio paese dove lavora papà perché il papà non è il padrone della banca quindi comunque non c'è alcun conflitto d'interessi. Un ministro DEVE parlare con gli altri istituti di credito, DEVE parlare con Bankitalia o Consob. Un ministro DEVE fare il ministro.

In tutto questo c'è la giusta beffa per il PD, cornuto e mazziato: ha tentato di risolvere i casini fatti da altri e ora ne è additato come il responsabile. Ben Ci sta', bisogna imparare dai propri errori

Pubblicato il 20/12/2017 alle 13.9 nella rubrica Notizie.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web