Blog: http://BlablablaaMentelibera.ilcannocchiale.it

Questo è il SISTEMA

Ho letto anche la -come sempre - lucida analisi di Luciano Gallino su Micromega, della riforma del lavoro.

Ma tutti questi professori eminenti non capiscono dove siamo ora. Partono dal presupposto che un governo debba o voglia fare delle riforme, come quella sul lavoro, con lo scopo di risolvere i problemi che albergano in quella materia toccata.
Questo è l'errore fondammentale che rende obsolete tutte le loro critiche raffinatissime.
Non è così.
Questo governo ha un compito preciso, applicare il dettato della lettera che la Bce ci ha spedito ad agosto. Punto. E lo deve fare nel minor tempo possibile, altroché concertazione. Questo governo perciò non ha alcuna intenzione di risolvere la dualità del sistema del lavoro e della contribuzione pensionistica presente in Italia o di risolvere il problema del precariato. Perché per loro non sono problemi. Dobbiamo capire che l'obiettivo è perseguire le ricette neoliberiste della Troika - Bce, Ue e Fmi, non rendere più prospero il proprio paese o "salvarlo" dalla voracità della finanza internazionale.
Loro SONO LA FINANZA INTERNAZIONALE! Sono una loro diretta emanazione. Sono qui per compiere un lavoro, per portare in atto la pura e semplice abrogazione del modello Europeo nato dopo la seconda guerra mondiale: dentro la formula di "economia sociale di mercato" c'è l'accordo storico raggiunto a Jalta. Dove Urss e mondo "occidentale" - o meglio sarebbe dire governato dagli angloamericani - non solo si sono spartiti l'Europa e i territori geografici, ma hanno convenuto che l'Europa continentale diventasse il frutto di un vero e proprio esperimento, il centro dell'espressione di un contratto, se vogliamo chiamarlo così, dove i governi sarebbero stati moderati ma non espressione del liberismo angloamericano e avrebbero lasciato spazio anche alle idee socialiste, incarnate dagli stessi governi moderati con scelte di politica economica blandamente socialista e attenta ai lavoratori nell'ambito di sistemi saldamente consumistico - liberista su stile angloamericano.

La finanza internazionale oggi conta molto di più dei partiti e della politica intesa in senso olistico. La finanza internazionale ha ritenuto un vecchio armamentario non più al passo con i tempi: è ora che anche l'Europa si accodi alle ricette che abbiamo adottato per tutto il resto del mondo! Liberismo selvaggio, vittoria del più forte e del più competitivo a qualunque costo (tanto i costi umani non li subiamo noi).

Quindi basta con queste sciocchezze di dirittti per tutti e con la centralità del lavoro. Il lavoro è una merce come tutte le altre e se costa troppo in Europa vado a procurarmelo in Cina, o in Africa.

La loro è lotta di classe. La lotta di classe del padronato internazionale CONTRO gli altri. Tutti gli altri. Che devono subire e ritornare a essere sudditi. Questo è il progetto, ed è globale. In fin dei conti assomiglia molto alle previsione marxiane di un mondo dove il capitalismo avesse raggiunto il suo apice e dove i lavoratori - i proletari - fossero divenuti simili per condizioni, in ogni parte del globo. In realtà ci stiamo avvicinando sempre di più a questa visione filosofica, e non ce ne rendiamo conto. Per ora, si salvano, cioè mantengono il loro welfare state e le loro tutele solo quei paesi che in Europa sono ancora molto potenti, come Germania e Regno Unito, ma presto o tardi subiranno la medesima "cura" alla quale per primi hanno sottoposto, noi, paesi più deboli.

Chi applica la ricetta è questione di minor importanza. Che sia un governo tecnico o un governo politico di destra o di sinistra per chi detiene veramente il potere, non fa alcuna differenza. Loro hanno già deciso. Ci ritroveremo presto con i 3/4 della popolazione nettamente impoverita e con il restante quarto nettamente arricchito da questa dinamica del liberismo mondiale, che si sta applicando a tutte le economie locali, ora fortemente interconnesse tra loro.

Ora, buona parte di noi deve ancora prendere coscienza di tutto ciò, o lo pensa assolutamente privo di fondamento o stupidamente si crede di aver capito tutto magari pensando che la questioni riguardi solo l'Italia, o che sia un problema di debito pubblico o di partiti. No, non è così. E' il sistema che vuole tutto questo. E il sistema è inmensamente più grande e potente di noi, tanto grande che non lo vediamo.
Avete già comprato il nuovo Ipad?

Pubblicato il 26/3/2012 alle 19.51 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web