.
Annunci online

BlablablaaMentelibera il blog di Paolo P.
Colle di Spade
post pubblicato in diario, il 14 aprile 2013

Premesso che non siamo noi cittadini che scegliamo il Presidente della Repubblica, ma i rappresentanti che abbiamo eletti, e più precisamente deputati più senatori  più rappresentanti dellle regioni in seduta comune. Trovo che le quirinarie della ditta Grillo-Casaleggio, siano una delle più grosse cadute di stile degli ultimi anni, una pagliacciata epica.


Tuttavia, visto che sto gioco lo fanno tutti, partecipo anch'io.

Al Colle vedrei bene Romano Prodi, uno dei pochi politici seri, onesti e capaci che abbiamo avuto negli ultimi 20 anni. Moderato, ma con occhio ai problemi sociali e agli ultimi, uno dei pochi che non ha mai violato la Costituzione.


Dall'ultima dichiarazione di Gino Strada, spero proprio non facciano lui. A meno che non si voglia un qualunquista pure a Presidente della Repubblica. Resti a fare il chirurgo, che è bravissimo e stimabile così, non rovini tutto. Spesso essere un ottimo professionista non significa essere un bravo politico.


Non prendo neanche in considerazione l'Emma Bonino. Ve la immaginate a fare lo sciopero della fame se un provvedimento non le sta bene? Naa, c'è bisogno di gente seria, non di una che ha cambiato schieramento 10 volte.


Imposimato? Basta coi magistrati che vogliono fare i politici. D'Alema, Amato e co: Dio ce ne scampi!


Si, questo è un blog, perciò non articolo il mio pensiero. (Ho visto che altrove, ad esempio su Beppegrillo.it funziona!!)



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. fantapolitica politica

permalink | inviato da Pa.P il 14/4/2013 alle 10:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Finché la Barca va lasciala andare
post pubblicato in Notizie, il 12 aprile 2013
Vedete, l'errore non sta tanto nel credere in Barca, ma nel credere ancora che il Pd sia sinistra. (Appoposito Barca come votò sulla riforma Fornero?)

Comunque sia, tutti attaccano il Pd - e spesso è giusto così - ma questo comporta che il Pdl è di nuovo primo partito.

Non ne usciremo mai.
Sfoglia marzo   <<  1 | 2  >>   maggio