.
Annunci online

BlablablaaMentelibera il blog di Paolo P.
Danni giudiziari del giustizialismo femminista
post pubblicato in Notizie, il 21 novembre 2019
La sentenza - palpeggiamento equiparato a violenza sessuale - ragazzo ventenne condannato a 1 anno e 2 mesi di reclusione

Inaccettabile rovinare la vita a un ragazzo per una azione disdicevole e maleducata ma non violenta né lesiva di alcunché. A meno che non si voglia punire la lesione alla moralità della donna e allora siamo tornati agli anni 50 del Novecento dove lo Stato era uno Stato etico e dove non c'era parità tra uomo e donna e le donne andavano protette o in quanto madri per la Patria o in quanto figlie. È inoltre una sentenza assolutamente sessista - se a palpeggiare fosse stata una donna sarebbe stato lo stesso violenza sessuale? Allora sono stato stuprato anch'io, due volte!

La proporzione tra reato e pena dov'è? Ma soprattutto, come si fa a equiparare un palpeggiamento a uno stupro? E allora per  l'occhiolino cosa facciamo, caviamo l'occhio? Per il piedino cosa facciamo, lo azzoppiamo? Per un messaggio osé cosa facciamo, un mese ai lavoratori forzati?


Credo si sia superata la soglia della proporzione e della decenza.

Solidarietà al ragazzo, lui sì una vera vittima di questo clima sociale avvelenato e di una magistratura populista. Questa sentenza è un vero esempio di giustizialismo, l'unico risultato sarà un enorme danno alla convivenza civile!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. giustizia ingiustizia sessismo giustizialismo

permalink | inviato da Pa.P il 21/11/2019 alle 16:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
M5S a zero
post pubblicato in Notizie, il 20 dicembre 2016
Il M5S, o partito di Grillo, per onestà intellettuale dovrebbe sciogliersi oggi. Non per l'arresto della scorsa settimana, ma perché ha preso voti sulla base di un presupposto demenziale: i cittadini sono onesti e devono sostituire i politici che sono disonesti. Oggi sappiamo che anche i loro cittadini sono disonesti.
La negazione del garantismo.
Non si può pensare al partito di Grillo senza il suo elemento più caratteristico, ovvero il contrasto di ogni forma di garantismo. Se quest'ultimo elemento viene meno, crolla anche l'intero castello ideologico su cui si basa il Sacro Blog e l'intero M5S. Ma chiedere onestà intellettuale a chi fa soldi con il clickbaiting sull'antivaccinismo è assurdo.
Giustizia giustizialista
post pubblicato in Notizie, il 22 aprile 2016
Davigo: "Dire che devono parlare solo con le sentenze è zittire i giudici".

A me i giudici prime donne o che vogliono fare politica non sono mai piaciuti a malappena sopportavo Di Pietro. Poi bisogna dire che i giudici parlano anche con le sentenze: arrivano dopo 10 - 15 - 20 anni quanto tutti si sono scordati e intanto coloro che hanno subito la gogna mediatica per un avviso di garanzia spesso vengono assolti, anche se c'hanno rimesso molto in visibilità e credibilità. A ben vedere i giudici parlano con le sentenze caro Davigo, e dimostrano tutta la loro inettitudine e inefficienza. A volte dimostrano anche ottusità come nelle recenti sentenze Uva e Cucchi.Per non avere una giustizia giustizialista ci vorrebbe una giustizia che arrivi a sentenza in tempi umani, che fosse equa sia con i deboli che coi forti, cosa che oggi non è e che la smetta di lasciarsi sfuggire le notizie degli indagati, perché un indagato ha già a che pensare di suo e non ha certo necessità anche di tutto il bailame mediatico provocato dall' "indiscrezione" o dalla "fuga di notizie".Poi diciamola tutta, io ero un po giustizialista nei confronti di Berlusconi, ma perché Berlusconi ha usato per 17 anni il suo potere politico per cancellare il suo passato e le bischerate del suo presente. Ma non mi è mai sfuggita l'inefficienza e l'ingiustizia dei giudici e della giustizia italiana. Tra giudici e Renzi mi schiero con Renzi, non ha televisioni da difendere, processi a cui scappare, ma la gogna mediatica gliela stanno preparando da un bel po. Evidentemente le decisioni del governo, di aver ridotto gli stipendi e le vacanze ai giudici, hanno avuto un peso sui giudizi di Davigo. Peccato perché lo ritenevo una persona in gamba e superpartes.
Giudi, Renzi e gli avvoltoi
post pubblicato in Notizie, il 2 aprile 2016
Quel che succederà, è che dopo il governo Renzi, che tutti credono corrotto e infame grazie alla propaganda della sinistra Pd, del M5S e delle destre (un opposizione assai eterogenea che va da D'Alema a Berlusconi passando per Grullo, auguri), si scoprirà che quelli che seguiranno saranno pure peggio. Molto peggio.
(Proprio come succederà a breve a Roma, con Marino che era corrotto secondo i M5S.) Ma tanto i "cittadini" si saranno già dimenticati tutto. Faccio memoria locale e ricordo che Penati che sembrava già Totò Riina, è stato poi assolto totalmente alcuni anni dopo la polemica sulla sua iscrizione nel registro degli indagati.Tutto questo è la mia riflessione. Poi certo non mi straccio le vesti perché s'è dimessa la ministra molto berlusconiana Giudi per una telefonata. Certo non mi sfugge che c'è chi nel recente passato non si è dimesso da ministro neanche da condannato. Ma si sa, se uno è indagato e "di sinistra" allora è una grande vergogna, sciagura, eccetera eccetera, se succede " a destra" è quasi normale. Non mi sono mai spiegato questa differenza di percezione, visto che tutti dovrebbero essere onesti allo stesso modo, al di là del loro credo politico.Faccio notare anche che non mi schiererò mai con Berlusconi (Salvini), D'Alema (Bersani) o Casaleggio Associati (Grullo e company), perché li ho sempre combattuti, il fatto che ora loro siano l'opposizione, non può che convincermi a credere che il governo sia nel giusto. Insomma, Renzi non sarà uno stinco di santo, ma quelli all'opposizione sono pure peggio. E di 17 anni di Berlusca ho già fatto il pieno.
Cordialità.(Non scrivo quasi mai, perché purtroppo ilcannocchiale è offline. Sarebbe bello avere un blog funzionante, ci penserò, chissà magari lo sposterò altrove.)
Caimano condannato!!!
post pubblicato in diario, il 26 ottobre 2012
Aspetto questo momento da una vita: il cainano è stato condannato! A 4 anni per evasione fiscale ( e gli devono ancora trovare i miliardi alle Cayman) e 3 di interdizione dei pubblici ufficiiiii!!!!!!! FeStaaAaa!


Non ascoltate i tromboni, non è vero che era finito. Col berlusca non è finita finché non è neutralizzato, con legge su conflitto d'interessi o con condanna definitiva.
Però oggi godo. 
Perché è una delle poche volte in cui a pagare sono anche i potenti e non solo gli umili.


Sfoglia giugno