.
Annunci online

BlablablaaMentelibera il blog di Paolo P.
Angelo Vassallo
post pubblicato in diario, il 7 settembre 2010
Angelo Vassallo sindaco PD di Acciaroli, piccolo paese sulla costa di Salerno è morto in un attentato di camorra l'altroieri.
Retate , arresti di latitanti eccellenti , tanto fumo. Poi viene assassinato barbaramente un servitore dello stato reo di volere e di battersi per una società normale, dove i diritti di tutti sono garantiti, il malaffare isolato. Scopro solo ora che è morto e che quindi è diventato una notizia, che c'era tanto da dire su quest'uomo, della sua attività politica e amministrativa eccellente, di come aveva trasformato quel suo meraviglioso ma poverissimo paese, Acciaroli, in una località turistica. Di come era riuscito con la sua semplicità a tenere lontana dagli appalti locali la camorra. Esempi positivi come questo ce ne sono ben altri nell'Italia. La politica nazionale dovrebbe smetterla di guardarsi l'ombelico e di discutere del vuoto e prendere esempio dai tanti amministratori locali onesti, giusti, capaci e coraggiosi come lo era Angelo Vassallo. Come è possibile che un sindaco anti-camorra, più volte minacciato, non sia protetto dalla polizia locale? Lui definiva le forze dell'ordine del suo paese "colluse".
E c'aveva ragione evidentemente. In questa Italia di piccoli eroi è possibile che lo Stato non ci sia, sia latitante. Gli uomini più onesti e più capaci, sono spesso non protetti e quindi facili prede di mostri vigliacchi che ti sparano alle spalle dopo una giornata di lavoro. La storia di Angelo Vassallo è un esempio positivo di quello che dovrebbe essere la Politica. Invece una classe politica che sopravvive a se stessa , incapace di farsi da parte , abbarbicata alla poltrona e ai soldi , impegnata in estenuanti discussioni sul sesso degli angeli, abbandona a se stessi quanti cercano di cambiare sul serio questo paese. Invece che combattere la criminalità organizzata si parla di fuffa: i fischi a questo, i fischi a quello, cosa ha detto quell'altro e le ultime sparate del Capo. Nessuno si accorge delle persone perbene. Men che meno se fanno gli amministratori e i politici.
Perché nel qualunquismo dilagante che fa tanto bene alle percentuali di voto di Berlusconi e Grillo tutti i politici sono ladri. Quindi vanno sostituiti magari con i cittadini o con un imprenditore.
Che poi i politici sono anche cittadini, quindi quando si dice "società civile" contrapponendola al Palazzo della politica si sta parlando di aria fritta.

Ciao Vassallo, mi dispiace di non averti conosciuto ma sarai presente nei miei pensieri. - ha scritto un lettore dell'Unità in commento all'editoriale della direttrice che oggi parlava con sdegno e rabbia della morte insulsa di Vassallo.

Angelo Vassallo, adesso ti faranno eroe, alla solita maniera ipocrita italiana. Ma io ti avrei preferito sconosciuto, ma vivo.





Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica idee camorra coerenza governo dignità

permalink | inviato da Pa.P il 7/9/2010 alle 14:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia agosto        ottobre