.
Annunci online

BlablablaaMentelibera il blog di Paolo P.
Che tempi...
post pubblicato in diario, il 2 settembre 2010
Papa Ratzingher se n'è venuto fuori con una delle sue: "Dio è gratis" e "imparare da Dio lo stile della gratuità". Certo ci si aspetta ben altro linguaggio dal padre spirituale di tutti i cristiani.
Dio sarà pure gratis, ma la gerarchia è assai costosa. E la paghiamo noi, anche chi non crede la paga, purtroppo. E la gerarchia ecclesiastica parla a Suo nome. Quindi questo Dio non è poi così gratuito a a pensarci bene.
Gheddafi, o meglio il mago Othelma, in Italia accolto con i grandi onori è l'unico che può far ben figurare anche il nostro Presidente. Sinceramente è difficile non ridere a quello che dice Gheddafi e se lo si guarda beh... sembra il padre di Michael Jackson da tanto s'è rifatto. Certamente, oltre ai lauti affari, Berlusconi e Gheddafi hanno molte altre cose in comune: sempre fuori luogo, sproloqui a caso sono il loro marchio di fabbrica ormai, e poi dall'alto della loro Carica Istituzionale si pensano entrambi di aver fatto chissà quali grandi orazioni e di aver detto chissà quali cose ricche di senso e intelligenti.

Ad ogni modo, per ricollegarmi a Ratzingher e al suo dio gratuito, ho pensato alla farsa del pirla Gheddafi (che è pure pirla, ma è anche un feroce dittatore che tortura e uccide chi non la pensa come lui, e perseguita gli africani che cercano di raggiungere l'Ue passando per territorio libico) che dice di aver convertito tre ragazze italiane. Invece le centinaia di ragazze reclutate alla recita  della finta conversione sono state pagate, e pare che le "convertite" abbiano ricevuto più delle altre. 80 euro per fingersi convertite all'Islam davanti alle telecamere.
Svolto il servizietto, tanti saluti all'Islam, alla religione e al povero pirla Gheddafi , le signorine se ne vanno con in tasca 80 euro. Petro-euro libici.

Ecco. Il Papa dice che Dio è gratis, quasi un 3x2 e Gheddafi, nel suo piccolo, converte mercenarie per pochi euro.
Parlano di religione e di spiritualità come un oggetto di merchandising. Come se la regione fosse qualcosa da promuovere con uno slogan ad effetto. Religione alla stregua di un prodotto da supermercato.

Che amarezza.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. religione valori buffonate

permalink | inviato da Pa.P il 2/9/2010 alle 17:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Sfoglia agosto        ottobre