.
Annunci online

BlablablaaMentelibera il blog di Paolo P.
Io non rido, piango
post pubblicato in Ex Libris, il 14 ottobre 2016
Rido moltissimo quando sento qualcuno dire "Renzi è come Berlusconi". Ma, dico, ve li siete scordati gli ultimi 20 anni? Uno pieno di soldi e dal potere mediatico sconfinato, che ha piegato le istituzioni ai suoi interessi, che ci ha costretto per anni a parlare dei suoi processi, delle sue aziende, dei suoi avvocati, delle sue protette. Uno che rimediava gaffes a ripetizione, che tentava di spaccare continuamente gli italiani in buoni e comunisti, che attaccava i giudici, la Corte Costituzionale, il Presidente della Repubblica.
Invece di guardare Crozza, leggetevi una rassegna stampa a caso, di un giorno qualunque tra il 1994 e il 2012.

- Fabio Avallone
Il motivo delle ingiustizie della vita
post pubblicato in diario, il 2 novembre 2013
Perché quella ragazza sta con quel cretino? Perché i disonesti ottengono lavori ben remunerati, specialmente se hanno poca voglia di lavorare? Perché invece paradossalmente chi ha capacità resta a casa? Perché conta più conoscere qualcuno piuttosto che conoscere qualcosa? I politici pià sono abbietti e ignoranti più prendono voti, perché?
Eccetera.. la lista di giuste recriminazioni può essere lunga.

Se come me spesso vi chiedete tutta questa serie di perché, sappiate che una risposta c'è. Ma non vi farà sentire meglio, eccovela:

le emozioni, purtroppo, contano di più della razionalità. Perciò le scelte stupide o masochiste, sono molto più frequenti delle scelte intelligenti. Spesso scegliamo le persone in base a criteri soggettivi e arbitrari come la simpatia, piuttosto che valutando il valore intrinseco del soggetto. E qualcuno ce ne rimette, anche se è bravo, buono e capace.

E' la nostra parte animale, della quale evidentemente non ci siamo ancora liberati con l'evoluzione (e con tutta probabilità non ce ne libereremo mai). Se avete questa consapevolezza siete in gamba.
Ma la consapevolezza non ci aiuta a limitare la rabbia o il dispiacere quando ci accorgiamo di quelle sopracitate ingiustizie, almeno inizialmente. E' nel nostro momento di delusione e incazzatura che la nostra parte irrazionale ed emotiva prende il sopravvento: certo, anche noi persone dotate di razionalità abbiamo delle emozioni!
Rabbia, frustrazione poi ci aiutano a sbagliare, e magari a farci passare dalla parte del torto. Ma la stupidità e l'ingiustizia, purtroppo, non si può battere con la logica o con il ragionamento o con la conoscenza. Nemmeno con la consapevolezza. Ci sono e basta. Dopotutto siamo degli animali complicati. Ma pur sempre degli animali. (Gli stoici sono da rivalutare)
Sfoglia settembre        novembre