.
Annunci online

BlablablaaMentelibera il blog di Paolo P.
Agire contro la post-verità
post pubblicato in Notizie, il 31 dicembre 2016
Bello come le istituzioni e il Pd si siano accorti solo ora che le bufale online spostano voti e facciano danni alla società promuovendo dis-valori politici (il concetto di casta, i "valori" del M5S, le balle sull'euro e la bufala dell'immigrazione di massa) e promuovendo inoltre attività contrarie alla salute umana (antivaccinisti, vegan, animalari, pro - ana ecc) che causano vittime in chi ci crede e in chi è soggetto a queste credenze (bambini denutriti da mamme vegane o "frugifere", bambini che si ammalano perché non vengono vaccinati dai genitori antivaccinisti eccetera).

C'è chi queste cose le scrive da 7 anni, come il sottoscritto.
Meglio tardi che mai, comunque.
Speriamo in un 2017 in cui si prenda sul serio la deriva della post-verità che imperversa su social e internet e che si pongano dei limiti ai diffusori di menzogne. Ripeto, meglio tardi che mai.

Il diritto di espressione non è diritto alla menzogna e alla propaganda di stupidaggini antiscientifiche.
Complottisti e l'energia pulita
post pubblicato in Notizie, il 11 novembre 2013
Non credete all'idea che sia tutto un complotto e che le grandi innovazioni che possono salvare il pianeta sono già state inventate, ma qualche grande bastardo non le rende disponibili a tutti per puro interesse.
Sono fesserie né belle né buone.

L'auto ibrida ed elettrica c'è già ma la batterie, quando saranno da smaltire saranno l'equivalente della "bomba atomica"(sono ironico), tanti sono i minerali e i composti chimici che ci sono dentro. Stesso discorso vale per i magnifici pannelli fotovoltaici, delle vere e proprie bombe ecologiche. Il bello verrà fra vent'anni quando dovremo smaltirli. Speriamo che per allora avremo la tecnologia per smaltirli, oggi non c'è.

Come dite? L'idrogeno? L'idrogeno si può produrre con l'elettrolisi in laboratorio, ma è lungi dall'essere utilizzato come energia veramente competitiva, primo perché l'acqua si può distruggere chimicamente, ma ops.. non siamo ancora capaci di produrla chimicamente ed è una certa quantità sul pianeta terra, finita la quale, niente più acqua niente più vita. L'idrogeno non è neanche utilizzabile come combustibile, o almeno non ancora, semplicemente perché l'energia che impiego per produrlo è una volta e mezzo l'energia che ottengo dal bruciarlo a fine ciclo.

Migliaia di ricercatori, superfinanziati in tutto il mondo ci stanno ragionando sopra e ancora una soluzione non c'è. Almeno che non crediate che sia tutto semplice come nei video di Youtube e Beppe Grillo. Le informazioni, non sono "formazioni" - prima di informarsi è meglio sapere, e se non si sa è bene studiare. Tutto non si può sapere, direte voi - e c'avete ragione - e allora vi esorto a cercare informazioni da siti internet e pubblicazioni scientifiche comprovate anche divulgative. Non da blog di comici falliti o da siti internet che pubblicano video autoprodotti.

Quindi signori e signori, prima di fare i populisti e gli scienziati da due soldi, è bene studiare, e molto, e non credere alle fesserie di internette.

E poi con tutto quello che verrebbe remunerata, pensate davvero che qualcuno possa tenersi in tasca il brevetto di una nuova tecnologia per la produzione di energia sostenibile e pulita? Con tutti i miliardi che potrebbe farci?

Detto questo, energie meno impattanti ce ne sono in giro - tipo l'eolico o il geotermico, o il metano per le auto - ma l'energia pulita al 100% non esiste, non c'è o non è stata ancora inventata.

O meglio, una energia pulita c'è, è l'energia generata dai nostri muscoli. Fatevi una salutare scampagnata in bicicletta se potete, e dimenticate i videi populisti e le sparate che leggete in giro, è un consiglio gratuito.

Il motivo delle ingiustizie della vita
post pubblicato in diario, il 2 novembre 2013
Perché quella ragazza sta con quel cretino? Perché i disonesti ottengono lavori ben remunerati, specialmente se hanno poca voglia di lavorare? Perché invece paradossalmente chi ha capacità resta a casa? Perché conta più conoscere qualcuno piuttosto che conoscere qualcosa? I politici pià sono abbietti e ignoranti più prendono voti, perché?
Eccetera.. la lista di giuste recriminazioni può essere lunga.

Se come me spesso vi chiedete tutta questa serie di perché, sappiate che una risposta c'è. Ma non vi farà sentire meglio, eccovela:

le emozioni, purtroppo, contano di più della razionalità. Perciò le scelte stupide o masochiste, sono molto più frequenti delle scelte intelligenti. Spesso scegliamo le persone in base a criteri soggettivi e arbitrari come la simpatia, piuttosto che valutando il valore intrinseco del soggetto. E qualcuno ce ne rimette, anche se è bravo, buono e capace.

E' la nostra parte animale, della quale evidentemente non ci siamo ancora liberati con l'evoluzione (e con tutta probabilità non ce ne libereremo mai). Se avete questa consapevolezza siete in gamba.
Ma la consapevolezza non ci aiuta a limitare la rabbia o il dispiacere quando ci accorgiamo di quelle sopracitate ingiustizie, almeno inizialmente. E' nel nostro momento di delusione e incazzatura che la nostra parte irrazionale ed emotiva prende il sopravvento: certo, anche noi persone dotate di razionalità abbiamo delle emozioni!
Rabbia, frustrazione poi ci aiutano a sbagliare, e magari a farci passare dalla parte del torto. Ma la stupidità e l'ingiustizia, purtroppo, non si può battere con la logica o con il ragionamento o con la conoscenza. Nemmeno con la consapevolezza. Ci sono e basta. Dopotutto siamo degli animali complicati. Ma pur sempre degli animali. (Gli stoici sono da rivalutare)
il cibo e le stupidaggini di internet
post pubblicato in Notizie, il 11 luglio 2013
Internet non è depositario della VERITA' assoluta. #sapevatelo
Né per la politica né tantomeno per il cibo.
Per quanto riguarda il cibo, internet è una miniera di sciocchezze. Non è vero che lo zucchero faccia male. Così come non fanno male i grassi. La carne fa bene se mangiata nelle giuste dosi. Gli alimenti del contadino non è detto siano migliori di quelli del supermercato, o del kebab.
Gli Ogm non sono il demonio.


A fare male sono le mistificazioni di internet senza base scientifica, e ovviamente gli eccessi.

Inoltre l'Italia ha controlli seri sul cibo e tutto ciò che è commercializzato è sicuro.
Sicuro non vuol dire salubre: tutto fa bene se mangiato una volta ogni tanto. Alcuni alimenti se assunti regolarmente possono produrre danni, è ovvio. Sta a noi e alla nostra intelligenza capirlo.
Sfoglia novembre        gennaio