.
Annunci online

BlablablaaMentelibera il blog di Paolo P.
M5S a zero
post pubblicato in Notizie, il 20 dicembre 2016
Il M5S, o partito di Grillo, per onestà intellettuale dovrebbe sciogliersi oggi. Non per l'arresto della scorsa settimana, ma perché ha preso voti sulla base di un presupposto demenziale: i cittadini sono onesti e devono sostituire i politici che sono disonesti. Oggi sappiamo che anche i loro cittadini sono disonesti.
La negazione del garantismo.
Non si può pensare al partito di Grillo senza il suo elemento più caratteristico, ovvero il contrasto di ogni forma di garantismo. Se quest'ultimo elemento viene meno, crolla anche l'intero castello ideologico su cui si basa il Sacro Blog e l'intero M5S. Ma chiedere onestà intellettuale a chi fa soldi con il clickbaiting sull'antivaccinismo è assurdo.
Giustizia giustizialista
post pubblicato in Notizie, il 22 aprile 2016
Davigo: "Dire che devono parlare solo con le sentenze è zittire i giudici".

A me i giudici prime donne o che vogliono fare politica non sono mai piaciuti a malappena sopportavo Di Pietro. Poi bisogna dire che i giudici parlano anche con le sentenze: arrivano dopo 10 - 15 - 20 anni quanto tutti si sono scordati e intanto coloro che hanno subito la gogna mediatica per un avviso di garanzia spesso vengono assolti, anche se c'hanno rimesso molto in visibilità e credibilità. A ben vedere i giudici parlano con le sentenze caro Davigo, e dimostrano tutta la loro inettitudine e inefficienza. A volte dimostrano anche ottusità come nelle recenti sentenze Uva e Cucchi.Per non avere una giustizia giustizialista ci vorrebbe una giustizia che arrivi a sentenza in tempi umani, che fosse equa sia con i deboli che coi forti, cosa che oggi non è e che la smetta di lasciarsi sfuggire le notizie degli indagati, perché un indagato ha già a che pensare di suo e non ha certo necessità anche di tutto il bailame mediatico provocato dall' "indiscrezione" o dalla "fuga di notizie".Poi diciamola tutta, io ero un po giustizialista nei confronti di Berlusconi, ma perché Berlusconi ha usato per 17 anni il suo potere politico per cancellare il suo passato e le bischerate del suo presente. Ma non mi è mai sfuggita l'inefficienza e l'ingiustizia dei giudici e della giustizia italiana. Tra giudici e Renzi mi schiero con Renzi, non ha televisioni da difendere, processi a cui scappare, ma la gogna mediatica gliela stanno preparando da un bel po. Evidentemente le decisioni del governo, di aver ridotto gli stipendi e le vacanze ai giudici, hanno avuto un peso sui giudizi di Davigo. Peccato perché lo ritenevo una persona in gamba e superpartes.
Sfoglia novembre        gennaio