.
Annunci online

BlablablaaMentelibera il blog di Paolo P.
W al nube
post pubblicato in diario, il 21 aprile 2010

Una nube di cenere di enormi dimensioni si è levata a seguito dell'eruzione del vulcano Eyjafjallajökull in Islanda, ma oggi l'eruzione ha iniziato a diminuire di intensità. Da ieri è stato ufficialmente riaperto il traffico aereo sui cieli italiani; in tutta Europa per più di una settimana sono stati imposti delle restrizioni al traffico aereo per questioni di sicurezza del volo. Una misura giusta e coscienziosa che però ha causato l'intasamento delle principali vie di comunicazione terrestre. Non solo in Italia, ormai tristemente famosa per i disservizi nei trasporti pubblici, ci sono stati notevoli disagi ai pendolari. L'evento naturale, unico per grandezza e intensità di materiale e lapilli fuoriuscito da un unico cratere di un unico vulcano, ha paralizzato sistemi di trasporto ben più efficienti del nostro. Se da un lato appare lecito e corretto fare delle critiche sulle mancate misure alternative di trasporto messe in atto nel caso di questo evento naturale insolito, dall'altro l'eruzione ci ha ricordato la fragilità delle comunicazioni umane. Ad alcuni illustri commentatori e scrittori, come Stefano Benni e Massimo Fini, non è sfuggita la lezione del vulcano dal nome impronunciabile: gli uomini non sono padroni incontrastati della terra su cui vivono e malgrado la assoggettino sempre di più al loro volere e alla loro idea di sviluppo, la natura rimane più forte dell'uomo. L'uomo deve ricordarsi di essere solo uno degli esseri viventi del pianeta e non il “padrone del Creato”. La tecnologia è stata battuta e messa in grave difficoltà da un evento naturale straordinario, ma anche la capacità organizzativa umana ha evidenziato i suoi punti deboli in una condizione di criticità. Natura batte uomo 2 a 0. Palla al centro.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ambiente economia

permalink | inviato da Pa.P il 21/4/2010 alle 10:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia marzo        maggio